Sleeping Beauties: iniziamo

Quando leggo qualcosa che non mi convince, di solito per rifarmi il palato ritorno a Stephen King.

Amo il suo stile, i dettagli in cui si perde, le atmosfere che crea, ma soprattutto amo quel suo ammiccare al lettore ogni volta che lascia qualche riferimento in sospeso, come per dire: caro fedele lettore, questo indizio l’ho lasciato per te, vediamo se riesci a coglierlo.

Da Natale Sleeping Beauties mi guardava dal comodino, ma io continuavo a procrastinare. Anche, se non soprattutto, perché il libro è scritto a quattro mani con il figlio Owen. Una novità. E a me le novità spaventano sempre un po’.

Per quanto riguarda lo stile, devo dire che il tocco del buon vecchio Re si sente. La magia con cui tesse la sua tela c’è. Ma c’è anche un sapore nuovo, che senza dubbio è la presenza del figlio. Non so ancora dire se è un sapore che mi piace. Devo entrare meglio nella storia. Una cosa, tuttavia, la so: non dev’essere per niente facile voler fare lo scrittore se tuo padre è il RE di tutti gli scrittori. Quindi questo ragazzo, che poi ragazzo ormai non è più, merita il beneficio del dubbio.

Il primo capitolo comincia con i fuochi d’artificio. Catapultati nella storia in medias res, ci passano davanti una serie di personaggi come se li conoscessimo già. L’impressione è quella di aver acceso la tivù della vita proprio mentre essa scorre, perciò orientarsi tra questi nuovi personaggi non è semplice è scontato.

Fuochi d’artificio, dicevo. Forse non proprio fuochi fuochi, ma un capanno che salta per aria, un paio di fabbricanti di droga che vengono brutalmente ammazzati e una misteriosa ragazza, la rappresentate Avon che non è una rappresentante Avon, che gira nel bosco con una sola camicia addosso ricoperta di sangue è un inizio col botto!

Ah! Se volete leggerlo con me, potete acquistarlo per esempio qui: Sleeping beauties

Annunci

Autore: mentreleggevo

Donna, mamma, compagna. Insegnante di giorno, proiezionista cinematografica la sera. Sono un'avida lettrice e vi aspetto nel mio "salotto" per leggere con voi.

One thought on “Sleeping Beauties: iniziamo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...