Douglas Adams: Dirk Gently, Agenzia Investigativa Olistica

Ueilà readers!

img_1793

Oggi vi parlo di uno dei romanzi più strambi che abbia mai letto: Dirk Gently, Agenzia Investigativa Olistica di Douglas Adams.

Cos’è Dirk Gently, Agenzia Investigativa Olistica? Cos’è?! Ehm… dunque… che è un romanzo molto strano l’ho già detto?

L’ho scelto perché amo l’autore, questo titolo mi mancava e mi serviva giusto una scusa, ovvero l’estrazione della challenge di Giugno (quale challenge???? dai sù, la Ikigai Book Challenge !!) per far passare Dirk Gently avanti nella mia lista dei libri da leggere! Quale categoria mi era capitata? Viaggi nel Tempo.

Douglas Adams è uno degli scrittori di fantascienza più folle, geniale e divertente che abbia mai letto. In questo romanzo ci sono:

  • gatti scomparsi (no, non sono morti, tranquilli. Sono solo momentaneamente – in alcuni casi anche da più di vent’anni – assenti).
  • un monaco elettrico (sì, avete letto bene, elettrico) progettato per aver fede in tutto quello che lo circonda. Il monaco in questione è un androide difettoso, almeno credo.
  • un’agenzia investigativa che oltre ad occuparsi di gatti scomparsi opera nel settore olistico, ovvero l'”interconnessione fondamentale di tutte le cose”
  • un investigatore, Dirk Gently, noto anche come Svlad Cjelli, specializzato in gatti scomparsi, divorzi complicati e, a quanto sembra, salti temporali.
  • il professor Reg che ha un’età “sul versante anziano del completamente indeterminato”
  • diversi altri personaggi tra cui Samuel Taylor Coleridge, poeta e grande conoscitore di mostri melmosi.
  • un po’ di meccanica quantistica che non fa mai male e un divano incastrato nelle scale del nostro protagonista: un programmatore informatico nerd temporaneamente posseduto da un fantasma.

Allora, avete capito tutto? Glisso la trama perché con gli elementi sopra elencati mi pare che sia tutto chiaro.

Ah dimenticavo! Dirk, Reg e Richard MacDuff, il programmatore nerd, hanno il compito di salvare il mondo da spregevoli creature melmose (vedi S. T. Coleridge che di esse ne sapeva più di quanto volesse far credere). A dire il vero, l’artefice della distruzione della terra dovrebbe essere un fantasma molto cattivo che per errore ha ucciso tutto il suo equipaggio. Non ho il coraggio di dirvelo, tuttavia devo: il fantasma è un alieno. Tutto chiaro?

Scherzi a parte, ecco la mia interpretazione: l’alieno, miliardi di anni fa, ha commesso una manovra che ha bloccato la sua nave spaziale e ucciso tutto il suo equipaggio. Da qui, il terribile errore che, se interpreto correttamente, ha dato origine alla vita. La sua punizione è quella di trascorrere l’eternità a vagare sulla terra, come un fantasma, a guardare il lento evolversi di forme intelligenti. Il fantasma possiede Coleridge, che scrive Kubla Kan, ma che non riesce a terminare costringendo il fantasma a continuare la sua espiazione. Che di espiazione, poi, non si tratta affatto dato che il fantasma, come ho detto, è molto cattivo e vuole tornare indietro nel tempo per correggere il suo errore, ovvero, la nascita della vita.

Infine, lo spazio dedicato agli animali. Oltre ai mostri marini vale la pena di ricordare il cavallo del monaco elettrico, finito per errore nel bagno di Reg, e l’albatross, che se non ho capito male, prima che Dirk facesse un salto nell’ottocento a dare qualche dritta poetica a Coleridge, doveva essere un asteroide.

Una lettura condita di nonsense e di pause durante le quali alzerete gli occhi per domandarvi “ma cosa caspita ho appena letto?!”

Insomma, una lettura spassosa, divertente e per nulla chiara.

Posso solo augurarvi una cosa: che abbiate un divano comodo sul quale sedervi e leggere questo gioiellino!

Ah, se volete acquistarlo… fatelo attraverso questo link e mi aiuterete a far crescere il blog! Dirk Gently, agenzia investigativa olistica

Autore: mentreleggevo

Donna, mamma, compagna. Insegnante di giorno, proiezionista cinematografica la sera. Sono un'avida lettrice e vi aspetto nel mio "salotto" per leggere con voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...