E alla fine c’è la vita, di Davide Rossi

Ueilà!

grazie all”autore oggi vi parlo di E alla fine c’è la vita, di Davide Rossi, edito da Apollo Edizioni, una giovane casa editrice a misura d’uomo, ovvero una realtà editoriale che punta a stare vicino ai suoi autori, emergenti e non.

Pubblicato nella collana “Uno, due, tre… ciac!” (collana che ha un nome bellissimo, non credete?) E alla fine c’è la vita è un romanzo che intreccia tra droga, alcool e sesso le vicende di quattro ragazzi: Marco, Marianna, Mario e Marika.

“Marika è ben vestita, elegante, pronta per andare alla festa. Si profuma mentre si guarda allo specchio in bagno. Controlla che il vestito sia a posto un’ultima volta ed esce dalla stanza. Va al computer e scrive su Facebook: “Stasera grande serata”. Va sulla pagina del suo ex ragazzo e trova delle foto di lui con Agnese. Scuote la testa, incredula, e chiude furiosamente il computer. Il cellulare sul comodino vibra. Lo prende e risponde…”

Scritto sotto forma di sceneggiatura, il romanzo interseca le vite di questi ragazzi tra università, feste fino a tarda notte e i risvegli nei loro rispettivi appartamenti (quasi sempre). I dialoghi dipingono pennellata dopo pennellata vite sprecate, superficialità, volgarità (ma anche fragilità) che avvicinano il lettore a una gioventù senza limiti e senza pudore. Ragazzi che non hanno punti di riferimento e che – prima o poi – verranno chiamati a fare i conti con la vita vera e le sue conseguenze.

Appassionato di cinema e scrittura, Davide Rossi riesce a fondere queste due passioni in un prodotto letterario interessante, che fa arrabbiare il lettore grazie alla capacità di insinuarsi e descrivere il torbido dentro il quale nuotano queste quattro esistenze. Un romanzo che non solo fa arrabbiare, ma fa anche pensare. Questi ragazzi, infatti, una volta toccato il fondo verranno messi di fronte a un bivio dalla vita stessa. Saranno in grado di rialzarsi, di salvarsi da loro stessi e dare un svolta drastica al loro domani?

Alla fine, ci sarà la vita ad aspettarli?

Il lieto fine non è affatto scontato, l’epilogo difficilmente intuibile. Davide Rossi è un autore che non ha paura di descrivere la realtà per quella che è.

Autore: mentreleggevo

Donna, mamma, compagna. Insegnante di giorno, proiezionista cinematografica la sera. Sono un'avida lettrice e vi aspetto nel mio "salotto" per leggere con voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...