Noir, di Christopher Moore

Ciao amici lettori,

aspettavo questo titolo con grande trepidazione e… ne sono rimasta delusissima. Sigh. Argh. Uff.

Ho atteso qualche mese, ho aspettato che la ferita si rimarginasse, per parlarvene il più lucidamente possibile e priva di dolore. Ma vi avvertire, non sarà così. Aspettare non è valso a nulla. A quanto pare questa delusione non riesco proprio a superarla.

1947. San Francisco. Una bionda misteriosa. Un barista in un localaccio notturno. Un serpente. Un cadavere. Ecco gli ingredienti che danno vita a questo giallo.

Noir è la rivisitazione ironica e sagace, alla Moore quindi, del genere “noir” tanto per dire un’ovvietà. Ma il fatto è che… non prende. Mi spiego meglio, gustati i vari giochi letterari sui quali ruota la revisitazione del genere noir, i contenuti non acchiappano. E appena iniziano a farlo, appare un tocco narrativo strambissimo: l’uomoluna. E qui, ragazzi, mi sono persa.

Gli alieni nello sviluppo di quello che sembrava un assassinio a carico di un serpente mi hanno sconvolto e scombussolato.

Sono arrivata alla fine del libro senza alcuna difficoltà. La storia scorre bene, i personaggi piacciono, lo stile è il suo: inconfondibile. Tuttavia, ho girato l’ultima pagina completamente disorientata, chiedendomi: cosa caspita ho appena finito di leggere?

Come sempre, vi lascio il link d’acquisto per sostenere il blog anche se in questo caso non sono affatto certa che si tratti di un consiglio di lettura, quanto piuttosto di una sfida o un attacco alla vostra curiosità: Noir

Quasi dimenticavo! I romanzi di Moore sono editi da una casa editrice bellissima, che adoro dalla prima all’ultima pagina stampata: http://www.elliotedizioni.com

Buona lettura amici. E attenti gli uomini luna.

Annunci

Christopher Moore: vi presento i miei tesori

img_0930-1Christopher Moore è un acclamato scrittore statunitense arrivato qualche anno fa nella mia libreria con Il vangelo secondo Biff. Amico d’infanzia di Gesù come regalo di Natale di un caro amico, eh sì, ma che amici fighi ho?! E fu amore (per il libro, naturalmente).

Da allora ho cercato i suoi libri negli angoli di qualunque libreria visitassi e quello che vedete in foto è il mio tessoro, il mio adorato tesssoro.

Moore ha uno stile inconfondibile, la sua voce la riconoscereste ovunque anche tra mille pagine. E’ sarcastico, divertente e spudorato. Piega le parole e la fantasia a suo piacimento, spesso giocando sporco, utilizzando parolacce o immagini scapestrate senza trascurare mai l’intreccio e la forza narrativa che ne deriva.

Il vangelo secondo Biff. Amico d’infanzia di Gesù è stato amore a prima riga. Sinossi: Tutti sanno come è nato e come è morto Gesù. Ma che cosa ha combinato dall’infanzia ai trent’anni? Su richiesta del Messia, a duemila anni dalla sua morte, un angelo fa resuscitare il suo migliore amico, Levi detto Biff, a cui spetta il compito di scrivere un nuovo Vangelo che racconti finalmente la vera storia di Gesù di Nazareth.

Demoni. Istruzioni per l’uso è un libro che si leggere volentieri. All’inizio non ci capivo niente, pensavo che Moore fosse brutalmente impazzito. Poi…

Sesso e lucertole a Melancholy Cove è stato una piacevole scoperta. Non avevo particolari aspettative, il titolo non mi ispirava nemmeno. Eppure, una bella risata è riuscito a strapparmela. Anche due. O tre…

Fool di questo libro vi dico solo che mi immagino Shakespeare alle porte del Paradiso battere impazienza un piede in attesa che Moore lo raggiunga…

Sacré bleu è stato inaspettato! Fantasioso, colorato… a dir poco speciale.

L’obiettivo è di leggere tutti i suoi libri. Piano piano ce la farò! La consapevolezza che ne manchino ancora tanti mi rassicura.

Buona lettura!

*** Vi ricordo che sono iscritta al programma di affiliazione di Amazon. Non è mia intenzione spingervi in alcun modo a comprare i libri: non è questo l’obiettivo del mio blog amatoriale. Ma se leggendo avete trovato qualcosa di interessante e siete intenzionati a comprare il libro, potrete farlo velocemente su Amazon cliccando sui link. In questo modo (senza costi aggiuntivi per voi) mi aiuterete a portare avanti il blog. Grazie davvero per il sostegno!