Il fiume, Peter Heller

Ueilà!

Oggi grazie a Solferino Editore e Bookrepublic vi parlo di un thriller avventuroso: Il fiume, di Peter Heller.

Due canoisti e un’avventura. Un incendio. Una donna da salvare. Un mistero.

Jack e Wynn sono i due giovani protagonisti della storia, esperti canoisti che hanno preparato con meticolosa precisione in loro viaggio lungo il fiume Maskwa in Canada.

Ma c’è un terzo protagonista: il dubbio.

Jack e Wynn sono due ottimi amici, si fidano l’uno dell’altro e sembrano fatti per viaggiare insieme. Ma sono due ragazzi molto diversi tra loro, ed è proprio il carattere di ciascuno di loro che farà germogliare il seme del dubbio, ovvero l’ingrediente che cambierà la rotta della loro avventura e li condurrà a una serie di scelte infelici e infine al disastro.

In primis c’è la nebbia che mette loro addosso insicurezza e paranoia. Poi l’incendio che farà ribollire i loro animi di paura e rabbia. La perdita di tutte le loro provviste, che insinuerà il timore di non riuscire a sopravvivere. La fame, che li indebolirà nel corpo e nello spirito. Un gran brutto presentimento, che oscura l’atmosfera rossastra dell’incendio. Infine gli incontri con altri due gruppi di canoisti uno più inquietante dell’altro. A questo punto, in un luogo isolato, insicuri su come procedere, il mondo smette di essere amichevole.

Chi sono i buoni? E chi i cattivi?

Se lo volete leggere, potete acquistarlo qui: Il fiume